Regina José Galindo

L’artista sudamericana Regina José Galindo si pone secondo molti punti di vista sul filone tracciato da Ana Mendieta e Marina Abramovič, riprendendo, soprattutto dalla prima, l’intento di denuncia contro il potere, le ingiustizie sociali e la violenza. Punto di partenza è la realtà instabile e oppressiva del suo paese, il Guatemala, che diventa, sublimata nel linguaggio dell’arte, esemplare di una condizione universale.