Leonardo Drew

Listelli, tavolette spezzate, rami: accumulo, composizioni studiate e interventi cromatici minimi conservano e amplificano tutto il fascino e il calore del legno. Leonardo Drew propone lavori che sembrano cristallizzare l’equilibrio precario tra caos e ordine: il senso del movimento, il vorticoso collasso della materia e l’equilibrio precario di accumulazioni impossibili sono bilanciati da un senso geometrico che trova espressione nel principio della griglia.

Liu Wei

Le opere di Liu Wei vedono l’impiego di materiali diversi, spesso insoliti, attraverso i quali l’artista sviluppa alcune serie di lavori coerenti che affrontano in modo critico temi di grande attualità come il rapporto dell’individuo con il potere, il ruolo dell’architettura nello sviluppo del paesaggio urbano, la libertà di espressione dell’artista.

Darren Almond

Una profonda meditazione sul tempo inteso nella sua dimensione psicologica come memoria personale che spesso si fa storia collettiva. Una riflessione costante sul rapporto tra il tempo e lo spazio. Una scoperta di luoghi remoti, esempio di una geografia personale, nella quale chiunque però può percepirne la poesia e la bellezza. Questi presupposti sono centrali nel lavoro di Darren Almond, artista che impiega prevalentemente fotografia e installazioni nella sua ampia produzione artistica.

Tomás Saraceno

Il lavoro di Tomás Saraceno è costituito da gigantesche installazioni percorribili che si configurano come veri e propri interventi architettonici finalizzati ad esplorare nuove modalità di praticare lo spazio, modelli insediativi a basso impatto ambientale e alta interazione sociale. In apparenza spazi ludici per adulti, questi ambienti sono frutto di profonde riflessioni formali, estetiche, sociologiche, scientifiche e tecnologiche.