Speciale India #1

L’India è il settimo Stato per estensione geografica al mondo e il secondo più popolato, con oltre 1.300.000.000 abitanti; è la dodicesima più grande economia planetaria e la seconda a più rapida crescita. Tutto questo inevitabilmente ha avuto e continua ad avere un riscontro diretto nel panorama artistico con il mercato dell’arte indiano che è letteralmente esploso nei primissimi anni del nuovo millennio: principale centro è New Delhi.

Sheela Gowda

Dopo l’esordio artistico come pittrice, Sheela Gowda comincia a sperimentare nuove tecniche e nuovi materiali, arrivando in breve a superare definitivamente la bidimensionalità della superficie pittorica e a ripensare forme e linguaggi. I materiali d’elezione, che tornano ripetutamente fino a diventare un segno distintivo dell’artista indiana, sono i capelli, lo sterco bovino e i bidoni di catrame. Questi si combinano o lasciano il posto a tessuti colorati, infissi, pietre e tutta una serie di materiali che sempre rimandano alla tradizione e all’attualità indiana.

Rina Banerjee

Le opere di Rita Banerjee sono un’esplosione di colori e forme riconducibili alla tradizione indiana che l’artista riprende e declina in un immaginario personale e visionario di inesauribile e sorprendente varietà. Personaggi fantastici, ibridi uomo-animale o curiosi organismi mutanti animano ambientazioni sature di colori o motivi vagamente fitomorfi.