Kiki Smith

L’arte da Kiki Smith ci conduce per mano in un mondo di favola, animato da esseri umani, personaggi animali e creature fantastiche. I suoi lavori grafici e le sue sculture usano un linguaggio semplice e infantile, da libro di illustrazioni per bambini ma si animano di toni inquietanti che lasciano trasparire qua e là il sentimento del perturbante che si agita sotto tutte le cose, anche le più familiari.

Matt Mullican

Matt Mullican ha fatto dello studio attorno ai meccanismi di percezione della realtà il fulcro principale della sua ricerca artistica. A partire dagli anni Settanta questa si declina nella triplice strada della performance, dell’animazione al computer e dell’installazione, nella quale trovano posto pittura, fotografia e arte grafica.

Leonardo Drew

Listelli, tavolette spezzate, rami: accumulo, composizioni studiate e interventi cromatici minimi conservano e amplificano tutto il fascino e il calore del legno. Leonardo Drew propone lavori che sembrano cristallizzare l’equilibrio precario tra caos e ordine: il senso del movimento, il vorticoso collasso della materia e l’equilibrio precario di accumulazioni impossibili sono bilanciati da un senso geometrico che trova espressione nel principio della griglia.

Sheila Hicks

La potenza espressiva del colore, la morbidezza della forma, le continue allusioni alla seduzione dell’organico, il costante riferimento alla tradizione del lavoro (in particolare quello femminile) che in ogni epoca e ad ogni latitudine ha visto nella filatura, nella tessitura e nel confezionamento degli abiti, uno dei massimi momenti di sintesi tra perizia tecnica artigianale e capacità espressiva sono aspetti salienti della poetica di Sheila Hicks che da anni ci presenta le sue opere avvolgenti e brillanti, seducenti e calde.

Raymond Pettibon

Ne ha fatta di strada l’ex bassista dei Black Flag, Raymond Pettibon, da quando ha scelto le arti visive come modalità espressiva prediletta. Lo spirito dissacrante, distruttivo, sovversivo, ha potuto così finalmente esprimersi e manifestarsi nella potenza espressiva della grafica, tanto che Pettibon può essere considerato oggi il più grande, se non l’unico vero, artista punk rock.

John Currin

Se prendiamo lo stile neoclassico di Ingres e ci inoculiamo tutti i germi maturati in un secolo di psicanalisi, di pubblicità, di pornografia, di cinema, non otterremo mai qualcosa di molto distante dall’arte di John Currin. Libero di attraversare la storia dell’arte e della cultura popolare, di scegliere il proprio stile e i propri soggetti da un campionario inesauribile di modelli, Currin è uno dei più grandi pittori della scena contemporanea.

Mika Rottenberg

La condizione dell’individuo nel sistema di produzione e consumo e il ruolo particolare della donna nel complesso gioco delle relazioni umane e professionali sono temi attuali e centrali nella produzione di molti artisti. Mika Rottenberg ci parla di tutto questo percorrendo i sentieri del paradossale e del perturbante, dell’onirico e dell’ironico, tutto filtrato attraverso una potenza visiva straordinariamente esagerata.

Theaster Gates

Theaster Gates è un artista radicalmente multidisciplinare che unisce scultura e installazione, musica e performance, interventi su scala urbana e coinvolgimento delle comunità locali. I suoi progetti stimolano la creazione di gruppi culturali agendo come catalizzatori per un impegno sociale attivo, rivolto a promuovere cambiamenti nei rapporti umani e nella fruizione degli spazi comuni, a intensificare i legami tra le comunità e a instaurare dialoghi e scambi tra culture.

Jim Shaw

È il sogno di ogni bambino entrare fisicamente in un fumetto, camminare dentro le affascinanti illustrazioni delle enciclopedie didattiche, oppure aggirarsi realmente tra le pieghe di un pop-up colorato e complesso. Jim Shaw attinge alla miscellanea visiva offerta dall’industria culturale delle riviste pulp, degli album rock, dei manifesti pubblicitari o di propaganda e dei fumetti, il tutto filtrato attraverso la sensibilità personale e le suggestioni della storia e dell’attualità.